Intervista a Marina Pitzoi Social Media Community Manager Blogger

intervista Social Media Manager Community Manager Blogger Marina Pitzoi
Intervista a Marina Pitzoi Social Media Manager - Community Manager - Blogger, su: formazione, comunicazione, blogging, web learning, social media, personal branding, social networking, marketing.

Ora quando una specialista mi scrive a proposito dell'intervista che le ho inviato che la ritiene: "La più interessante fino ad ora fatta!" i neuroni iniziano a sfrigolare, le sinapsi si attivano ed il cuore inizia a pompare, in definitiva finisco cotto a puntino, anzi no, che dico, divento proprio lesso.😵

Una volta ripresomi dallo shock con l'adrenalina che fischia ancora negli orecchi procedo con il redigere l'intervista ed arrivare alla fine per stringere a delle conclusioni senza neanche rendermene conto. Poi però mi rimangono tutti i concetti, le frasi profonde come le riflessioni concettuali e le analisi e mi dico che più bella cosa non c'è che avvicinare specialisti web cosi capaci e di talento per interrogarli con le mie domande talvolta persino asfissianti.

Adesso, però, lascio la parola a lei, che di giri di parole ne ho fatti già abbastanza, temo. 😛

Ciao +Marina Pitzoi ti va se iniziamo da cosa ti occupi magari dandoci un’idea sommaria del percorso formativo che ti ha resa la bravissima e competente specialista web così come ti conosciamo attualmente?

Ciao Luciano, prima di tutto grazie per avermi invitato sul tuo blog! Il mio percorso inizia dagli ultimi anni universitari. Era la primavera 2013 e decisi di approfondire il social media marketing, in estate frequentai un corso di base con i maggiori esperti del momento nel campo del turismo, nell’ottobre 2013 parte SuperSummit di Montemagno, in quell’occasione cercava dei Community Manager e business writer per la piattaforma e lì inviai la mia candidatura. Ancora ho quel ricordo emozionante, è stato l’inizio di tutto. Così è stato! Dopo la laurea ho iniziato a contribuire per blog di web marketing turistico e nel frattempo lavoravo in una piccola azienda qui ad Olbia, nel frattempo mi formai su Wordpress e Blogging. In Aprile del 2015 decisi di aprire il blog e la partita Iva. Inizia il mio percorso di Freelance, nel frattempo collaboravo con un Hotel, poi arrivarono clienti e collaborazioni in campo formativo.


Quanto la formazione fa parte della tua vita professionale e che importanza assume a livello strategico per guidare le imprese nella realizzazione dei propri progetti online?

Il mio obiettivo quando formo è quello di lasciare un metodo, ma soprattutto far capire loro che non è un gioco e per acquisire clienti e autorevolezza ci vuole costanza e lavoro duro. Non è semplice fare formazione, perché bisogna capire con chi si ha a che fare e con la cultura del luogo. Vorrei dare tanto quando ho di fronte le persone con i loro bisogni, infatti, nell’ultimo corso ho capito il futuro dei miei prossimi corsi, ossia un numero massimo di 8-10 persone, probabilmente anche meno per garantire qualità e poterli assistere nel loro percorso online. Tutti abbiamo bisogno di guide e capire come è meglio agire nel web.


Ad oggi credi che il blog per uno specialista che intende lavorare online sia uno strumento imprescindibile per rendere trasparenti la proprie competenze ed indispensabile per promuovere i servizi-prodotti che ha da offrire o può fare anche senza o altrimenti?

Dipende l’obiettivo che si ha nei confronti della propria professione. Ci sono tanti professionisti del web, molto competenti che non fanno attività di blogging e guest blogging eppure lavorano a pieno ritmo. Dipende dagli obiettivi prefissati, ossia se si vuole avere un pubblico di lettori per poi convertirli in clienti, stilare collaborazioni con aziende nel web, acquisire autorevolezza in una determinata nicchia allora certamente ebbene avere un blog. Il blog se lo usi anche per raccontare un po’ di te stesso o quello che impari durante la vita professionale si acquisisce più credibilità.


Ho notato una certa reticenza nel corso delle mie interviste da parte di taluni professionisti web di confermare che nel blog convive sia la comunicazione che la formazione, tu come la pensi a riguardo?

Il blog è uno strumento di comunicazione digitale dove si sposano più componenti: copywriting, seo, analisi, distribuzione dei contenuti. Importante è capire il lettore e avere la possibilità di comunicare con lui informandolo e formarlo sul tema principe del blog. Detto questo, in base all’argomento del blog possono coesistere comunicazione e formazione.


Per te la definizione di ‘Web Learning’ che connotati e declinazioni assume se te la chiedo? (non è una trappola 😌, ma una semplice indagine web)

Il Web learning si può intendere come studio di varie discipline attraverso il web? Ho detto bene 😛, scherzo! Grazie al web le persone le possono coltivare.

specilista web social media marketing intervista marina pitzoi
www.marinapitzoi.com



Ti occupi anche di consulenza sulla social media strategy da inserire in un piano di digital marketing per un brand vuoi darci qualche elemento in più in merito?

Nelle consulenze mi occupo anche di social media strategy. Questo tipo di strategia fa parte di un piano di marketing che si occupa di inserire un’impresa nel digitale. Grazie alla social media strategy si va a definire come comunicare e promuovere l’impresa nei vari canali social e quali tipi di contenuti inserire nel piano editoriale e coordinare il tutto con altre azioni di digital marketing. Gli elementi da considerare sono il branding, analisi dei competitor, tool di analisi e monitoraggio delle conversazioni, engagement, studio delle personas, ascolto, community management.


Spesso sento da non “addetto ai lavori“ che l’attività di consulenza sta scomparendo in quanto non funziona, mi daresti una tua opinione? Si tratta dell’ennesima bufala che vuole ciclicamente dare per morto tanto per cambiare qualche valido e funzionante servizio-prodotto web?

L’attività di consulenza sta sparendo forse perché da parte degli addetti ai lavori sta nascendo la consapevolezza che in poche ore non si può aiutare un’impresa, facendo un percorso insieme: si!


Hai in visione futura di utilizzare nuovi format-modalità da inserire nella tua già esaustiva e ricca offerta formativa come i Podcast, gli eBook, Web book ecc.?
Dai dacci qualche anticipazione..

Intanto sul mio blog ho messo a disposizione una risorsa gratuita per chi muove i primi passi nel social media marketing e un master plan da scaricare. Il prossimo format sul quale vorrei puntare è il podcast. Credo che questo format aiuti ad avvicinarmi ancora di più ai lettori. Infondo la voce è un’arma di persuasione. Antonio, sei pronto ad ascoltarmi?


Nella tua esperienza di formatrice qual'è il valore più bello, il “ritorno” più prezioso che si riceve da parte dei discenti?

Il ritorno più bello è quando vedo i corsisti che maturano nel web e praticano quello che ho trasmesso durante il corso, il ritorno che hanno è merito loro, non mio. La soddisfazione è mantenere i contatti nel tempo e seguirsi a vicenda, anche io imparo da loro soprattutto sulle domande che mi pongono durante le lezioni.


Il web credi possa aiutare i giovani nella ricerca di una propria dimensione lavorativa e di specializzazione per agevolarli nell’impervio quanto probante percorso nostrano di autorealizzazione professionale?

Il web è un ottimo strumento se saputo utilizzare può portare grandi risultati. Nell’online come nell’offline bisogna esporsi per emergere. Linkedin e Twitter è il social in cui io ho basato la mia presenza già quando ero studente, rischiavo nel pubblicare post mettendo a disposizione opinioni. Mi sono iscritta a gruppi di settore e commentavo nei post di hotel manager di rilievo in Italia, insomma mi buttavo nella mischia rischiando parecchio, è anche vero che così ho imparato a vivere il web e ad ampliare i collegamenti e le connessioni nel tempo. Ai ragazzi direi di lasciare perdere i selfie su Instagram e di iniziare su Linkedin seriamente coltivando interessi e creando relazioni, seguire aziende per cui ambiscono a lavorare e gli head hunter, in modo tale da capire come proporsi per i futuri colloqui.


Così anche Marina Pitzoi mi ha attraversato come l'ennesima folgorazione a ciel sereno - alla pari di come sia avvenuto con gli altri specialisti web intervistati - lasciandomi dentro contenuti da supereroe presto non sarò capace di vedere attraverso i muri ma dopo averla conosciuta potrò catturare aspetti prima ignorati tanto da maturare un approccio professionale più sensibile, attento e consapevole.

Come consuetudine arrivato a questo punto passo ai ringraziamenti e come ciascuna volta penso quanto sia impossibile stabilire un'abitudine visto che ogni professionista web che intervisto è una personalità dal talento univoco e dalle abilità originali quasi irreplicabili tanto da poter rinnovare quando stringo alla chiusa del post, una cosa, una solamente: i complimenti che sono tanti, anzi tantissimi, sono proprio una valanga! Grazie, Marina Pitzoi!!😊


Non andare via
prima
CONDIVIDI

Commenti