Copywriter FREELANCE, tra mito e realtà: ma esiste per davvero?

copywriter blogger freelance libero professionista specialista web

I copywriter freelance esistono davvero, a patto che tu lo diventi per davvero. Per questa ragione ti spiego come fare per diventare un Copy-blogger specialista.

Che si tratti del copywriter che di qualche altra figura mitologica del firmamento tra gli specialisti web, noti e meno noti, sconosciuti che siano quando si passa ad essere freelance è come compiere una sorta di rito di iniziazione.

Perchè un Copywriter diventa FREELANCE?

Ora la domanda delle domande, perché si diventa Copywriter Freelance?

Anche se non è educato, lo so, rispondo con una domanda alla domanda.

Perché l'uomo corre? Perché è una qualità atavica, un istinto, una necessità, forse c'entra con il praticare sport?

E chi lo sa, si corre dietro alle sottane, ai fallimenti, le necessità e poi c'è chi scappa in canotta e mutande dal marito dell'amante, dai debiti, da un cane scappato dal giardino del vicino...

L'uomo corre da una vita, magari sta fermo per un periodo di tempo poi un giorno all'improvviso eccolo che principia a correre, allunga il passo ed inizia a macinare distanze considerevoli.

Da fermo a in movimento, e il mondo attorno cambia d'improvviso, o forse no, cambiamo noi mentre il resto rimane tutto uguale fermo laddove e come lo avevamo lasciato prima.

Sul copywriter la penso pressapoco allo stesso modo, il giorno prima scrivi, ad onor del vero lo hai sempre fatto ma per altre ragioni e mentre nel cassetto del comodino rimane il sogno di un romanzo neanche te ne sei reso conto che sei passato a scrivere testi per convincere a vendere.

Non c'è niente di naturale in tutto ciò come non lo è diventare buddista o essere ebrei o passare a fare pilates, eppure vi ci siete ritrovati, lo avete fatto e basta.

E' il caos dell'universo a rispondere sul perchè si decide di diventare da un giorno all'altro un copywriter.

Un pazzo, ecco chi è un copywriter, un fottuto pazzo degenerato. 😜

Se vi suona meglio e fa meno effetto chiamatelo pure folle, giacché lui non si offende di certo visto che fa leva sulla propria follia ma soprattutto sulla vostra per scrivere testi adatti a vendere.

Quella vena folle che appartiene a tutti noi o la stragrande maggioranza del mondo intero.

Pare faccia da chiave per una sorta di comprensione universale, traducibile in tutte le lingue del mondo ma dalla matrice unica.

Copywriter, perché lo fai, il FREELANCE?

Ma l'uomo è rinomato per essere quell' essere vivente che non si accontenta della follia ma ama superarla per andare oltre, spingersi così oltre i limiti e le regole che sente prima o poi come strette ed anguste.

Ecco a voi la seconda risposta sul perché un Copywriter decide poi di diventare Freelance e correre da solo.

Spinto da un'insanabile forma di pulsione interiore tesa a lasciare il segno ed una indomabile ritrosia nell'accettare l'autodistruzione che essa comporta si convince di potercela fare con i suoi mezzi sottovalutando così il mondo in cui vive che non va dimenticato ha giustiziato nostro signore Gesù Cristo, quasi lasciato morire di fame Immanuel Kant da squallido insegnantucolo di provincia quale non era, fottuto Jim Morrison, assassinato Gandhi e John Lennon oltre alla povera Lady Diana, finire Maradona al Napoli (amo il Napoli💗), ucciso Martin Luther King, Pantani, John Kennedy e fatto perdere un mondiale a Valentino Rossi in favore di sua simpatia Jorge Lorenzo.

Domare gli eventi per non essere domati dalla realtà che li circonda è il loop che colpisce ogni copywriter freelance che si rispetti, un tarlo che si fa convinzione ed attanaglia la creatività di tutti coloro che vorrebbero cambiarla per non finire vittime della stessa società che non fanno altro che servire.

Un po' come l'uomo che quando inizia a correre d'improvviso, tutto intorno sembra scorrere nel panta rei ma in realtà è ancora fermo lì immobile che non va proprio da nessuna parte e pronto a farti il culo alla prima distrazione che commetti. Temo tu abbia presento a cosa alludo se ci sei passato ne sono sicuro.

Si dice libero professionista, ma poi libero da che cosa?

Chissà cos'è... 😀

La mente cela a noi le verità al pari delle nostre convinzioni che si prendono gioco dell'intelletto quando siamo convinti d'essere cambiati e facciamo i conti con ciò che temevamo d'essere diventati, ovvero dei servi che hanno fatto al massimo solo un cambio di mutande, in linea teorica ora pulite.

Become a freelance copywriter make money from home

Non sei Americano, vero? Allora perché ti fai certe domande?

Nel nostro paese le cose funzionano diversamente, ahimè.

Non riesci a darti le risposte giuste solo perché ti poni le domande sbagliate. Devi smettere di darti risposte errate.

Pensa piuttosto, se sei Italiano, a diventare bravo in qualcosa e poi a fare soldi da casa.

Un copy-blogger è uno specialista ubiquitario mentre le competenze che possiede vanno maturate in ecologie dei media specifiche ed eterogenee, vuoi agenzie, aziende, blog personale, progetti multi-autore, radio, TV, non importa dove ma le devi apprendere tutte per diventare prima autorevole online e poi ricercato ma soprattutto competente.

Come costruire l'autorevolezza online se fai il Copy-blogger Freelance

Dopodiché potrai lavorare da casa con e attraverso il web, come?

Costruisci a tua autorevolezza online con i contenuti, i lavori ed i progetti a cui partecipi negli anni, minimo anni 5-7, e poi proponi i servizi/prodotti che vendi.

Può sembrare banale ma tutti commettono lo stesso errore, ragionano per converso, prima a guadagnare e solo in seguito a come maturare competenze per farlo, tutto e subito e senza solide fondamenta.

Non lo fare anche tu, progetta il tuo business online con mentalità responsabile e lungimirante e per farlo hai 2 strade:

  1. Conquistare il tuo pubblico.
  2. Costruire l'autorevolezza con i motori di ricerca.

Sono importanti entrambi ma non scontati. Il primo, il pubblico non dipende esclusivamente da te e dal tuo operato, non lo puoi controllare, gusti e comprensione di ciò che fai sono aspetti che giocano un ruolo da "variabile impazzita", troppo poco stabile e privo dell'autonomia necessaria a costruire il tuo business digitale, l'autorevolezza della figura del copy-blogger che vuoi diventare.

Mentre invece la seconda è un'opportunità accessibile.

Puoi costruire quella sui motori di ricerca con i contenuti che raccontano, documentato la tua carriera quella che hai percorso per farlo.

I contenuti dipendono da te esclusivamente da ciò che costruisci.

Pensaci è online, è pubblica, è vera-autentica e nessuno o pochi lo fanno, puoi farlo, ed è decisamente alla tua portata!

I motori di ricerca poi classificano i contenuti che scrivi, pensa a che effetto fa lo sviluppo di una tematica sul come diventare un copy-blogger autorevole online eppoi dimostrare di esserlo diventato per davvero, di avercela fatta.

Fa tutto un altro effetto, direi, non è vero?

Molto più credibile di tutta quella miriade di blog che millantano di curare il tuo parimenti a come fanno con il loro solo sulla fiducia malgrado possano vantare solo una decina di articoli scritti e poco più di due esperienze lavorative peraltro dubbie e non verificabili.

Ingaggiare tali personaggi loschi è un bel salto nel buio, per amanti del brivido, non c'è che dire.

Da incubo! 😱

Sta a te scegliere tra o tutto e subito e vedere cosa raccatti come specialista poco credibile ed affidabile che pensa bastino due recensioni con 3 amici che dicono cosa pensano di te per lavorare nel web o costruire una reputazione in anni di cieca perseveranza e duro lavoro online.

Hai un bivio davanti a te, devi solo decidere cosa lasciarti alle spalle per diventare credibile o l'ennesimo ciarlatano, un copy-blogger competente o un truffatore, un bugiardo che mente a se stesso e poi a tutti gli altri.

Le persone si aspettano che tu risponda con i fatti quando ti chiedono di fare cose e prendere decisioni per il loro business digitale non di raccontare menzogne, risolvere alla  meglio i problemi, essere presi in giro; quindi è anche una questione di etica professionale, di coscienza se vuoi.

Se decidi la strada quella vera io sono qui a disposizione e ci sarò sempre altrimenti non mi contattare odio perdere tempo.

Scegli tu cosa vedere, quindi se la realtà o il suo surrogato dopodiché vai con Dio.

D'altronde aveva proprio ragione Seneca quando diceva che una vita non analizzata è priva di valore, ma che una analizzata non fosse certo un buon affare.


Commenti