Come generare argomenti originali (e scrivere in modo + creativo): 9 suggerimenti UTILI ai Copy-blogger

blocco scrittore crisi creativa blogger blogging content marketing

Prima o poi (🌶+🤘) le crisi creative arrivano colpiscono tutti nessuno escluso, se fai copy-blogging non sono inusuali nemmeno i blocchi dello scrittore, meglio non farsi trovare impreparati e creare i giusti presupposti per superarle con i 9 suggerimenti-cura per uscire dal buco nero del blocco dello scrittore.

Non basta essere prodighi di idee ad un Copy-blogger, per fare la differenza deve pubblicare contenuti utili oltre che originali.

Un'impresa ardua ma non impossibile battere la concorrenza, che fa la medesima cosa, con lo stesso movente e per giunta tutti i santi giorni.

Come non bastasse, a mettere ancora più pressione vi è un altro male che affligge di blogger, il blocco dello scrittore.


Ti senti come lei quando apri l'editor del blog?


La stessa spinta che muove verso il successo è quella che blocca dinanzi ad un editor e finisce per lasciarlo andare in bianco, paradossale, no?

Chi ne è stato colpito, afflitto sa ed è consapevole quanto sia dura, difficile da superare ma anche che con il giusto approccio, la motivazione adeguata è possibile creare le condizioni intorno a se per scongiurare tale condizione stagnante e così frustrante per gli specialisti della scrittura web o meglio un ambiente per favorire la creatività e stimolare fantastiche nuove idee e contenuti originali.

Dopo anni di esperienza online, svariate crisi creative superate nonché oioioi numerosi blocchi dello scrittore sbloccati ho pensato di raccogliere per te copy-blogger beginner 9 suggerimenti preziosi per non far sfociare la tua avventura nel blogging in tragedia, blog chiuso per lutto per il decesso dell'ispirazione e tastiera appesa al chiodo.


1. Trova fonti autorevoli e pertinenti


Nessun blogger lo dice, ma tutti lo fanno.

Detto alla Tinto Brass, nel blogging così fan tutti o almeno lo fanno i migliori quando traggono "ispirazione" dai colleghi, magari d'oltreoceano per gli articoli dei blog per cui scrivono.

Trova delle fonti autorevoli ed al contempo pertinenti, ti saranno utili per fare formazione, ispirarti nei momenti di magra creativa, imparare a diventare uno specialista più completo e magari anche un copy-blogger più corretto quando aggiungi in fondo all'articolo il link al contenuto a cui ti sei ispirato, un bel link di rimando al suo, la sua fatica in testo e perché no eppure alla sua pagina profilo.

Si chiamano crediti ed è giusto tu li dia, altrimenti dicesi due punti, furto, copia, sottrazione indebita di contenuto punibile con una bella segnalazione a Google, tanta infamia e zero lode, insomma roba da mediocri.


2. Accogli la crisi, non la respingere


I migliori hanno un registro comunicativo tutto loro, uno stile di scrittura che funziona, arriva dritto al mittente che sia asciutto, semplice, articolato che sia poco importa, sono così bravi da mettere quasi in soggezione.

Specie quando sei in crisi creativa, in pieno blocco dello scrittore e le tue insicurezze paiono titani e tutti ti sembra scrivano meglio di te.

Ma non è tutto talento quello che luccica o meglio faresti bene a pensare che sono specialisti della scrittura e ci lavorano ogni giorno, proprio come fai tu, e se può incoraggiarti anche loro sono soggetti alle medesime problematiche ed esposti allo stesso tipo di crisi.

Solo che scrivere su un blog non equivale a confessarsi come pensano in molti e se lo tengono per se, anche perché nessuno nasce imparato, piuttosto avvantaggiato.

Anche se l'effetto solidarietà come il senso di colpa funziona poco, i tormenti creativi certo non li risolve, sono fasi che contraddistinguono il percorso di crescita di uno specialista della scrittura che anziché porsi con l'atteggiamento mentale di respingerli sarebbe meglio si ponesse nella posizione alternativa e certo più costruttiva di accogliere.

Opporre resistenza preclude il cambiamento.

Se diventi resiliente ti condanni all'immobilità, ai copia e incolla e a tutte quelle attività deplorevoli a cui i bravi copy-blogger non cedono neanche sotto tortura.

In altri termini ti opponi a diventare uno specialista sempre migliore.


3. Ruba modi espressivi dai più bravi


I migliori comunicatori usano modi di dire personali, hanno una retorica tutta loro, compiono autentici virtuosismi con le parole hanno un proprio marchio di fabbrica quando scrivono, ciò li rende subito riconoscibili oltre che autentici.

Puoi farli tuoi per poi assemblarli assieme e creare uno stile tutto tuo, o lavorare su delle trovate utili a riempire il testo, dargli colore, avere meno spazio bianco da saturare di idee sempre fresche e aiutarti così a diventare unico.

E poi non ti fanno sembrare piatto ed impersonale, il classico blogger algido tutto tecnica e niente personalità come si conviene quando si rispettano alla lettera, pedissequamente le regole della buona scrittura web.

Va bene scrivere per gli altri ma esserne schiavi, beh è un altro paio di maniche.


4. Sblocca la parte non riflessiva della mente


Io scrivo quasi con la mia parte inconscia o meglio mentre sto scrivendo il mio cervello già elabora inconsciamente altro, materiale nuovo che poi diverrà in seguito oggetto della mia scrittura.

Per questa ragione non temo chi mi copia, nessuno può cablarsi a questa parte della mia mente per clonarla e questo vale per tutti i copy-blogger ispirati la fuori.

Ma come fare per sbloccare la parte creativa?


Nella risposta su Quora trovate la soluzione, evito ripetizioni inutili ma se non hai tempo da perdere ho suggerito di leggere il libro Business Writing che parla proprio di come fare a sbloccare la parte creativa rimuovendo i blocchi che la mente razionale pone in essere per ostacolarla e rendergli tutto difficile quando si tratta di scrivere.

Per farla semplice si tratta di imparare a far fluire in te la creatività, a renderti consapevole che tutti noi abbiamo una parte creativa chi più spiccata ed istintiva e chi invece afflitto da maggiore ritrosia nel concedersi a tali tipi di astrazioni mentali e quindi più ferreo nella logica e nel ragionamento senza abbandonarsi mai alle divagazioni, lasciarsi andare, si blocca.


Sei un Copy-blogger?: iscriviti e ricevi articoli e podcast direttamente al tuo indirizzo email






5. Ascolta la tua voce, non scrivere solamente


La scrittura è alienazione, siete tu, l'editor del blog ed il tuo pensiero, tutti e tre appassionatamente a cavare un articolo dalle sinapsi.

Strizza, strizza il cervello cavi qualcosa per forza fin quando non batti contro il muro, quello duro dell'assenza di idee anche detto preludio al blocco creativo, dopodiché finisci inevitabilmente impantanato.

Alla fine passi giorni, mesi poi anni ad ascoltare la tua voce una sorta di monologo interiore petulante e continuo e finisci per parlare poco e poi sempre meno, quindi per non ascoltarti mai a voce alta.

Non ti confronti con altri e non esponi mai le idee, senza esplicitare i concetti molte volte essi rimangono sotto forma confusa nella mente ovvero ad articoli mancati per il blog.

Più scrivi e più ti isoli specie se sei un freelance e ti abbrutisci.

Soluzioni?


O inizi a fare podcasting o trovi una vittima interessata, pronta ad ascoltarti, funziona un po' come quando ripetevi a voce alta per studiare ma con un minimo di dialogo in più.

La cavia è meglio sia interessata agli argomenti di cui sei solito scrivere, per ovvie ragioni.

Parlare con altre persone non solo fa bene ma trovato un ascoltatore, ripeto interessato, quando gli sciorini le tue argomentazioni è come sbobinare tutto ciò che ti frulla per la testa per fissarlo in delle idee e poi da quest' ultime trarre infine dei testi che rimpolperanno così i blog di contenuti.

Puoi fare pure entrambi, podcast e parlare di più, il tuo blogging ne gioverà ma anche la tua vita sociale.

Eppoi come diceva un certo R. Benigni: "In solitudine non si gode!"


6. Prendi e datti tempo


Più ci pensi e più vai in crisi come con tutti i problemi.

Le pippe mentali sono il tuo nemico, più te ne fai e più ti affossi da solo.

Se la soluzione tarda ad arrivare stacca, datti qualche giorno e poi se è destino tornerai a scrivere.

Vero che chi ha tempo non aspetti tempo, ma si fai il pieno anche con il blogging.

La scrittura è dare prima di ricevere, non è la lettura.

Se non trovi l'amore per il tuo mestiere dentro di te, lo hai esaurito e ti sei prosciugato hai finito per essere troppo egoista con la tua parte altruista, se è così è inequivocabilmente giunto il momento di ricaricare le batterie.

Devi imparare ad avvertire subito i segnali della stanchezza pena altrimenti di ripetere lo stesso errore all'infinito per poi passare più tempo a non scrivere per leccarti le ferite che a pubblicare, quindi a gestire le energie oltre che fisiche, emotive.


7. Usa anche altri media


Usa nuovi media, approcciarsi ai video, i podcast se ancora non lo hai fatto è un ottimo modo per liberarsi dalle sabbie mobili in cui sei caduto e rimasto prigioniero della crisi creativa che ti affligge.


"Nel Content Marketing poi tutto fa contenuto e non si butta via mai niente."

Ricordi che puoi pubblicare il medesimo contenuto in formati diversi avvalendoti di piattaforme differenti senza incappare in contenuti duplicati poi penalizzati da Google?

Lo stesso contenuto può essere ora testo, ora audio, ora video e simultaneamente tutti e tre assieme.

Eppoi variare fa bene alla creatività, risveglia lo spirito, compie un autentico processo di attivazione utile a superare il blocco dello scrittore.


8. Scrivi (anche) per te stesso


A furia di scrivere per gli altri ti sei scordato cosa sia scrivere anche per te.

Non ti basiamo per scrivere tutti i giorni sul web, pubblicare con il ritmo di un martello pneumatico ed avere successo come blogger è necessario sviluppare una sorta di vocazione, cosa non affatto semplice.

All'inizio per chi ama la scrittura è dura da mandare giù, convertirsi a questo stile di scrittura meccanico, semplificato all'estremo e freddo, tutte linee guida e frasi corte, semplici, scarne, ridotte all'osso, all'essenziale.

Riappropriati del piacere di scrivere, la voglia che avevi agli inizi della tua carriera di blogger, non importa come, può rappresentare una svolta per aggirare la crisi e superare il blocco dello scrittore che ti tormenta.

Prova con meno tecnica e più cuore, per risvegliare la parte creativa e ritrovare le giuste motivazioni a volte funziona, perlomeno con me lo ha fatto.


9. Ci vuole metodo anche nel blogging


Parcellizza la stesura dei contenuti, parti da un titolo, aggiungi subito una bozza nell'editor e poi lavora su più file contemporaneamente seguendo il fluire naturale delle idee senza forzare tutto in un unico articolo e prenditi tempo per farlo un po' per giorno.

Non esigere da te stesso le stesse prestazioni di quando stai bene e sei in forma e tutto scorre, di riuscire a fare tutto in una botta, un articolo in una volta sola come quando sei in palla, se arranchi allenta i tempi, parcellizza, lavora in più fasi e su diverse parti di un articolo in momenti diversi.

Alterna le pause, possono essere fatte di ore come di giorni basta che ti portino a stringere almeno su di un articolo concluso, fatto e finito cosicché inizi a provare di compiere un giro di boa attorno al blocco creativo.

Alle fine si tratta di tornare a pedalare, è un po' come andare in bicicletta anche scrivere.


CONCLUSIONI


Se scollini è fatta e finalmente potrai dire sono tornato a fare copy-blogging, anche migliore perché sono un blogger più forte di prima e ciò che non mi ha distrutto mi fortifica.

Si tratta di fare come nella vita di piegarsi senza spezzarsi ed il miracolo si compie, il cerchio del destino si chiude per ricongiurgerci con la nostra parte più preziosa quella per cui siamo destinati a fare quello che sappiamo fare e ad essere ciò che siamo.


Good Luck, Copy-blooger, you're a tough guy!


______________________________________________________

firma post blogging antonio luciano blog call to action autore
Questo post: 'Come generare argomenti ORIGINALI (e scrivere in modo + creativo): 9 suggerimenti UTILI ai Copy-blogger' è stato scritto da Antonio Luciano, Copywriter blogger freelance e content marketer specialista.
Da oltre 7 anni mi occupo di blogging e da circa 3 di content marketing per aziende, PMI, istituzioni e professionisti che vogliono fare digital marketing.
Dal 2012 gestisco questo blog, che conta circa 1000 post scritti.
Vuoi apprendere a gestire autonomamente il tuo blog aziendale per fare Content Marketing EFFICACE, attirare più persone, intercettare i bisogni del tuo target di consumatori e generare + clienti?
Benissimo, offro soluzioni per vendere prodotti e servizi proprio con i contenuti e sono qui apposta per questo.

Sviluppiamo subito una strategia assieme
contenuti efficaci, di valore. 
 >>CONTATTAMI! <<


Commenti