Funnel Blogging da 100 clienti potenziali ad un ingaggio con un post

blogging content marketing funnel

Quando hai iniziato a fare blogging hai accettato tutti gli ingaggi anche i peggiori, poi con il content marketing hai iniziato a fare selezione, adesso è ora di scegliere i clienti con cui vuoi collaborare con il funnel blogging.

Il marketing funziona pressapoco sempre alla stessa maniera e tutto ciò va in conflitto con le vostre menti fulgide e creative di copyblogger.

Gli automatismi non fanno certo per voi che avete scelto la tastiera per lavorare con le parole e non con numeri e tecnicismi vari.

Eppure il marketing prevede sempre le stesse noiosissime fasi non appena mettete sul mercato un prodotto/servizio desiderato-

4 fasi content marketing per ottenere ingaggi:

  1. I primi ad affacciarsi sono gli opportunity seaker, affaristi.
  2. Seguono i curiosi con poca intenzione di stringere ad un ingaggio chiudere l'affare.
  3. Si avvicinano poi, progressivamente sempre più persone interessate.
  4. Se sei abile a discernere tra questi si annida uno o due contatti, ingaggi di qualità.
Quando aprii il blog invece mi attendevo contatti a ciuffi, orde di ingaggi pronti ad intasare il form della pagina contatti.

Pensavo che per trovare lavoro online fosse sufficiente scrivere senza applicare alcuna strategia di marketing.

Così facendo ho perso due anni della mia presenza online, sprecati a combattere con l'orgoglio ed il mio lato romantico di scrittore per il web.

Se i contenuti accorciano la strada che separa il blogger dai committenti e sono lo strumento per procacciarsi il lavoro ciò che porta a stringere ad un rapporto di lavoro, una collaborazione sono le conoscenze in ambito digital marketing da cui oramai nessuno specialista web può prescindere.

Se vendi servizi online devi saperne di marketing, altrimenti finisci per fare del blogging un hobby piuttosto che una professione.

Funnel Marketing Blogging


L'imbuto attraverso cui passano i potenziali clienti è dannatamente stretto.

Se fai content marketing efficace ancor prima di pensare al fatturato è a questo risultato che devi pensare, prendere di mira e di cui preoccuparti.

Scrivi contenuti tutti i giorni, rispettosi dei dettami SEO, rispetti le linee guida della web usability e reso il copywriting più magnetico possibile eppoi ti prepari a raccogliere contatti utili molto bassi, quasi deludenti.

Secondo la mia esperienza salvo tu non sia una celebrità, una web star ti devi aspettare ogni 500 visualizzazioni un contatto, forse 2.

Già è piuttosto deludente, salvo che tu no sia a conoscenza delle tecniche di marketing, abbia già esperito il digital marketing o letto almeno questo post.

Per scegliere i clienti senti come devi fare


Altrimenti resti calmo, in karma-blogging segui pedissequamente le 4 fasi che ti ho scrivo ed attendi con fiducia che i contatti che ti ispirano di più emergano quasi da soli.

Tranquillo capirai che scegliere mettendoli semplicemente a confronto con gli altri e più facile a dirsi che a farsi, credimi basta un pò di pratica e di pazienza.

Se ti fai prendere dalla fretta è finita e finisci in pasto ai primi squali, sfruttato e squattrinato tanto per cambiare, insomma in fondo alla catena alimentare al posto del pesce candela.

Ora capisci che ti sto dicendo?

Si tratta poi di scegliere i clienti anziché viceversa.

Non solo di fare il lavoro che ami, scrivere, persino di fare selezione e tagliare, sfoltire da quelle 4/5 proposte che ritieni più opportune quelle 2 o una che ti ispira di più.

Perché parliamoci chiaro se hai maturato la stessa esperienza pluriennale che ho io è tempo di mollare gli ormeggi che ti lasciano ancorato al blogging fatto di argomenti faticosi, lontani dai tuoi punti di forza, di fare lo scribacchino per il web.

Eppoi non temere i cavalli di razza si giudicano alla distanza, e tu se sei ancora qui a scrivere non sei certo un brocco, coraggio fai vedere a tutti di che pasta sei fatto!


Blog Funnel a cosa serve?


Il blog è lo strumento principale per informare i consumatori sulle caratteristiche dei prodotti e la bontà dei servizi che offri rispetto alla concorrenza che ti tedia, pressa da vicino.

Con i contenuti puoi fare formazione, e dare informazioni, agevolare il processo di acquisto, ricevere feedback con i commenti, interagire con clienti potenziali e già fidelizzati.

Senza ti precludi un prezioso quanto unico canale di vendita e non te lo puoi permettere se vuoi fare business offline da aggiungere a quello online.

Tuttavia è bene sapere di che tipo di prestazioni puoi fare affidamento, e quali energie investire per fare blogging funnel.

Useresti una FIAT cinquecento con aspettative di una Ferrari, forse?

Temo proprio di no.

Idem con il blogging se le tue aspettative sono irrealistiche è ovvio che presto rimarranno deluse.

Non è dovuto ad una incoerenza tecnica ne all'inaffidabilità dello strumento se sono disattese ma per un errato investimento delle risorse che vuole risultati garantiti dopo una manciata di articoli pubblicati sul blog.

Quando invece fare content marketing efficace impone un piano editoriale che duri almeno 6 mesi per poter tirare le somme e parlare di risultati salvo non siate la Ferragni, Fedez o Aranzulla ma adesso al netto del loro successo costruito duramente dopo anni di lavoro.


CONCLUSIONI


Insomma non è tutto ora quello che luccica con il blogging, ma il blog rimane uno strumento ideale per fare lead generation, raggiungere le buyer personas ed incrementare le vendite con i contenuti, migliorare il servizio percepito da parte del vostro brand e la qualità dei prodotti.

Perciò se vuoi avere un business online e fare marketing digitale e hai deciso di aprire un blog da infarcire di contenuti per farlo non ti resta che calibrare le aspettative sul lungo termine, dotarti di santa pazienza al pari di come fai con altri investimenti, attendere, dopodiché passare a raccogliere i risultati.


Commenti